GeVi Napoli Basket, impazza il toto-allenatore: la situazione
Il patron dei partenopei: «Metto sulla stessa barca allenatore e giocatori, che hanno uguali colpe e responsabilità. Purtroppo, paga il tecnico».

18 ottobre 2019



Due, cocenti, sconfitte sono state sufficienti a far saltare la prima panchina del girone Ovest di Serie A2 Old Wild West. È accaduto alla Generazione Vincente Napoli Basket. Addio al coach, Gianluca Lulli. È stato un esonero lampo, figlio della scarsa convinzione da parte della società partenopea di confermarlo, dopo aver acquisito il titolo sportivo dell'Axpo Legnano. Insomma, la fiducia era a tempo. «Non sono stati i risultati a portare a questa, difficile, decisione - ha dichiarato il presidente, Federico Grassi a Il Mattino -, ma il modo in cui sono arrivati. L'ultimo incontro è incommentabile. La squadra era in balia degli avversari. Se ci fossimo giocati le partite punto a punto, non avrei preso questo provvedimento. Metto sulla stessa barca allenatore e giocatori, che hanno uguali colpe e responsabilità. Purtroppo, paga il tecnico. Parlerò con gli atleti, perché non transigo più su un atteggiamento morbido. Voglio vedere delle belve sul parquet».

«Gli auguro il meglio»

La squadra sarà guidata da Francesco Cavaliere contro la Novipiù Junior Casale. Intanto, impazza il toto-allenatore. Tra i papabili figurano Pino Sacripanti, che è leggermente favorito rispetto a Boniciolli, Lardo Pillastrini. «La decisione è stata quasi fisiologica - ha dichiarato il gm, Antonio Mirenghi -. Questa proprietà ha un progetto importante e non può procrastinare le proprie scelte. Lulli paga per tutti, ma rimane una grande persona ed un magnifico coach. Gli auguro veramente il meglio».

© Riproduzione riservata


Nessun commento ancora

Lascia un commento